Ogni anno è sempre presente un quantitativo notevole di morti dovuti agli incidenti sulle strade.

I dati ISTAT del 2019 parlano chiaro: eccesso di velocità, mancate cinture di sicurezza e il grande problema del telefono sono tra le motivazioni più emblematiche nel momento in cui si verifica un incidente.

Ebbene sì, nonostante la tecnologia ci aiuti in tutte le maniere per evitare di usare lo smartphone mentre si guida, tantissime persone ancora non si rendono conto del pericolo che possono essere per gli altri e per loro stessi.

I motivi che ci spingono a controllare perennemente il cellulare anche in strada, in fin dei conti, sono sempre quelli: la notifica su Facebook, il messaggio su WhatsApp, il retweet ma anche qualcosa di più classico come la chiamata persa.

Purtroppo, e nonostante tutto, non si riesce a capire un concetto fondamentale: se qualcuno dei nostri cari ha effettivamente bisogno, ad esempio un’emergenza di salute, non ci manda un WhatsApp o un SMS, ci chiama, punto.

Potrebbe interessarti il mio articolo “Il silenzio delle notifiche“.

Eppure ancora tantissima gente guida con una mano sul volante (almeno una!) e l’altra tenendo lo smartphone davanti all’orecchio, oppure davanti al viso con il chiaro intento di inviare un messaggio vocale.

Le 5 soluzioni.

Poche righe sopra ho scritto che la tecnologia ci aiuta in tutti i modi possibili, ecco un elenco pratico delle 5 soluzioni che ben conosciamo e che potrebbero servire come “rispolvero” del concetto di sicurezza, sperando di (ri)dare qualche spunto utile ed evitare incidenti sulle strade:

1) È il metodo più innovativo e forse meno usato: il bluetooth presente nelle auto. Collegando lo smartphone e gestendolo tramite i comandi al volante possiamo guidare comodamente senza distrazioni e senza togliere le mani dallo stesso. Non avete un auto dotata di tecnologia bluetooth, compratelo!

Bluetooth car
 Bluetooth car

2) Metodo più classico: l’auricolare, presente in tutte le confezioni degli smartphone e, se proprio abbiamo avuto la sfortuna di non trovarlo, o se avete acquistato uno telefono usato, nel classico “negozietto” dei cinesi è disponibile in tutte le salse per pochi euro, quindi non ci sono scuse su questo!

Se, invece, volete spendere qualche soldino in più, con gli auricolari bluetooth potete gestire tutte le vostre chiamate, messaggi comodamente senza l’intralcio del filo come, ad esempio, le AirPods di Apple.

Photo by <a href="https://unsplash.com/@lazizli?utm_source=unsplash&utm_medium=referral&utm_content=creditCopyText">Lala Azizli</a> on <a href="https://unsplash.com/s/photos/airpods?utm_source=unsplash&utm_medium=referral&utm_content=creditCopyText">Unsplash</a>
AirPods Apple

3) Ultimamente c’è il boom degli assistenti virtuali come Siri, Alexa e Google Assistant che ci permettono di svolgere tantissime funzioni solamente ordinandole con la voce: inviare sms, chiamare la mamma, ricordarci un evento nella serata, inviare un WhatsApp, leggere i messaggi e tantissime altre, pronte solo per voi, basta chiederlo.

Tutto questo può essere gestito con auricolari oppure con il collegamento senza fili alla vostra auto.

Photo by <a href="https://unsplash.com/@omidarmin?utm_source=unsplash&utm_medium=referral&utm_content=creditCopyText">Omid Armin</a> on <a href="https://unsplash.com/s/photos/siri-alexa?utm_source=unsplash&utm_medium=referral&utm_content=creditCopyText">Unsplash</a>
Siri on iPhone

4) Ci sono delle caratteristiche specifiche che permettono di guidare senza distrazioni, come il Non disturbare durante la guida degli iPhone oppure la comodissima app Android Auto per chi possiede, appunto, uno smartphone Android e che rende il telefono un vero e proprio navigatore riducendo le distrazioni alla guida.

Photo by <a href="https://unsplash.com/@denesroland?utm_source=unsplash&utm_medium=referral&utm_content=creditCopyText">Roland Denes</a> on <a href="https://unsplash.com/s/photos/android-maps?utm_source=unsplash&utm_medium=referral&utm_content=creditCopyText">Unsplash</a>
Maps Google

5) Non possediamo nulla di tutto questo e ricevete una chiamata?

Ci sono le due soluzioni più ovvie: fermarsi con la macchina in un punto comodo senza essere un intralcio per gli altri autisti, oppure non rispondere e farlo una volta arrivati a destinazione.

Photo by <a href="https://unsplash.com/@osamahmd?utm_source=unsplash&utm_medium=referral&utm_content=creditCopyText">Osama Saeed</a> on <a href="https://unsplash.com/s/photos/calling?utm_source=unsplash&utm_medium=referral&utm_content=creditCopyText">Unsplash</a>
Call

Scelte difficili? Complicate?

Non penso, oltretutto, quelli descritti, sono tutti piccoli gesti che conosciamo molto bene.

Che la distanza da percorrere in auto sia poca o tanta, una di queste semplici soluzioni ci permette di evitare incidenti sulle strade gravi, tamponamenti, dolori o, in casi peggiori, la morte.

Pensateci, basta veramente poco.

Articolo aggiornato il 04/09/2021.

Per qualsiasi informazione scrivetemi sul canale Telegram oppure seguitemi su Instagram.

Ti interessa saperne di più sull’uso del computer e di Windows 10?

Segui il mio corso su Udemy oppure controlla il mio catalogo WhatsApp per vedere i corsi online insieme a Scuola Didattica Sicura.

Immagine di copertina: Wrecked gray vehicle between concrete walls at daytime, Photo by Gareth Harrison on Unsplash.

Felicidad.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.