Dopo aver utilizzato per diversi anni il Chromecast di Google ecco che il fato (o uno sconto non indifferente) porta alla mia attenzione la Fire TV Stick di Amazon.

Di cosa si tratta?

La Fire TV Stick è un dongle, cioè un dispositivo che, grazie ad una porta USB o HDMI, aggiunge numerose funzioni ad un altro prodotto (una TV ad esempio) senza modificare le componenti hardware di quest’ultimo.

Oltre alla Fire TV Stick abbiamo altri prodotti come il Chromecast appunto, la Apple TV e altri dongle di marche minori che possono comunque contenere Android TV al loro interno.

Ho parlato di Chromecast nel mio articolo “Come il Chromecast potrebbe salvarvi la tv“.

Essendo un dispositivo della casa di Jeff Bezos, la Fire TV Stick si può comprare tranquillamente su Amazon, in diverse versioni:

  • Fire TV Stick: quello “classico”, che collegandolo ad una presa HDMI permette di rendere la vostra tv una vera Smart-tv e quindi con la possibilità di scaricare le app dallo Store. Il telecomando presente all’interno della confezione permette di regolare il volume della televisione, accenderla e spegnerla oltre ad avere integrata la funzione di Alexa, cioè è possibile cercare tutti i vostri contenuti a voce. Il costo è di 39,99€.
  • Fire TV Stick 4K Ultra HD: con le stesse funzioni del dispositivo precedente, questo dongle permette di darvi una qualità video 4K con il supporto per Dolby Vision, HDR e HDR10+. Il costo è di 59,99€.
  • Fire TV Stick Lite: come dice la parola stessa, questa versione è più lite, cioè “la chiavetta” stessa che va collegata alla tv è più piccola e il telecomando non permette di interfacciarsi con la televisione (funzione disponibile invece nella versione classica). Il costo, in questo caso, è di 29,99€.
  • Fire TV Stick 4K Max: una sorta di prodotto con grandi prestazioni, il Max è più potente della classica versione 4K e supporta anche il Wi-Fi6. Stiamo parlando quindi di alte prestazioni. Il costo è di 64,99€.
Fire Stick Apps
Fire Stick Apps

Al di fuori dei dispositivi e di quali vorrete scegliere è giusto darvi un’indicazione su come è il suo funzionamento e quali cose potete fare, infine meglio parlare anche dei difetti che ho potuto riscontrare dopo qualche mese di utilizzo.

Una volta arrivati/e a casa con il nuovo pacchetto dovrete collegarlo alla corrente e alla presa HDMI del vostro tv o monitor.

Accendete la tv e recatevi nella risorsa HDMI con il telecomando classico.

Collegate la vostra Fire TV Stick al Wi-Fi di casa.

Inserite le vostre credenziali di Amazon e il gioco è fatto, potrete già cominciare ad usarlo.

Fire Stick Home
Fire Stick Home

L’interfaccia grafica si presenta in un modo molto semplice ed intuitivo: nella parte sopra troverete una vetrina di contenuti nuovi (soprattutto di Prime Video), se si vuole approfondire ulteriormente basta andarci sopra utilizzando le “freccette” del telecomando e selezionare la voce “Maggiori informazioni“.

La riga centrale contiene diverse voci specifiche di Fire TV Stick come la Home, la ricerca di altri contenuti mentre nella parte destra ci sono le 6 app preferite dall’utente, quelle che si usano di più.

Ancora: nella stessa riga, sulla parte destra ci sono i simboli per accedere a tutte le app installate e le classiche Impostazioni.

Nella parte bassa potrete trovare decine di contenuti a voi consigliati, nuove app, video o prodotti pubblicitari come ad esempio nuove tv e tanto altro.

Se utilizzate Amazon Photo come servizio di archiviazione per le vostre fotografie potrete utilizzare i vari album come Screen Saver e guardare i vostri scatti direttamente sulla tv.

Ora veniamo a quelli che secondo me potrebbero essere i difetti che ho riscontrato nell’utilizzo della Fire TV Stick:

  1. Poca memoria: quasi tutte le Fire hanno una memoria complessiva di 8GB, questo significa che se non si avvezzi all’informatica, e non si sa smanettare il giusto per poter ampliare le sue funzionalità e la memoria stessa, bisogna accontentarsi con quello spazio. Sarà quindi necessario fare, ogni tanto, un controllo su ciò che si ha scaricato ed eventualmente pulirlo delle app che risultano inutili o poco utilizzate;
  2. Screen Saver: una delle funzioni che più amo del Chromecast è il fatto di trasmettere continuamente delle foto nel momento in cui non viene utilizzato, come una sorta di “quadro digitale”. La Fire TV Stick di Amazon invece non ha questa funzione automatica seppur sia presente, come specificato prima, una sorta di Screen Saver personalizzabile. Dopo un certo periodo di tempo personalizzato da noi partono le foto del salva schermo, ma dopo che queste si presentano lo schermo diventa nero “svegliandosi” solo se siamo noi a toccare qualche pulsante dal telecomando;

Due difetti piccoli che non hanno paragoni rispetto alle grandi potenzialità che questa piccola chiavetta permette di fare.

Se siete indecisi su quale dispositivo possa ampliare ulteriormente le potenzialità del vostro televisore, Fire TV Stick fa sicuramente al caso vostro.

Possiedi già la Fire TV Stick?

Scrivimi sul canale Telegram oppure seguimi su Instagram.

Ti interessa saperne di più sull’uso del computer e di Windows 10 oppure vuoi assistenza e delucidazioni sull’informatica e tecnologia?

Puoi seguire il mio corso su Udemy, contattarmi su WhatsApp oppure cliccare sul simbolo di Facebook Messenger che appare in basso a sinistra durante la lettura dei miei articoli.

Immagine di copertina: Photo by Glenn Carstens-Peters on Unsplash.

Felicidad.

Ti potrebbe piacere: